Edizioni critiche di musica italiana 
e saggistica musicologica
online e on demand

© Copyright Società Editrice di Musicologia
Sede legale: Lgt. Portuense 150 - 00153 Roma
C.F. 97701420586
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Credits:
Progetto grafico: Venti Caratteruzzi
Web: StudioBottoni | Giacomo Sciommeri

Giovanni Battista Bassani
Salmi di Compieta a Trè e quattro voci Concertati, con Violini e Ripieni, opera X
a cura di Giovanni Acciai

in preparazione

Giovanni Battista Bassani (1647-1716),illustre esponente di quella «Scuola bolognese» tanto apprezzata in Italia e oltralpe nella seconda metà del secolo xvii, fu organista e violinista di grande valore. Allievo di Antonio Legrenzi a Venezia, ricoprì, non ancora ventenne, il posto di organista presso l’«Accademia della Morte» di Ferrara e della «Confraternita della Morte» in Finale Emilia (Modena). Nel giugno del 1677 venne eletto membro dell’«Accademia Filarmonica» di Bologna. Maestro di cappella alla corte del duca Alessandro II della Mirandola (1680), tre anni dopo assunse lo stesso incarico presso l’«Accademia della Morte» e presso la Cattedrale di Ferrara. Nel 1712 si trasferí a Bergamo per assumere l’incarico di maestro di cappella in Santa Maria Maggiore e di insegnante presso la Congregazione della Carità. Vi rimase fino alla morte.

L’opera sacra di Giovanni Battista Bassani, raccolta in quattro numeri d’opera, dev’essere considerata come l’ideale punto d’incontro fra quella di Claudio Monteverdi (1567-643) e quella di Antonio Vivaldi (1678-1741) e di Giovanni Battista Pergolesi (1710-1736).

Opera X. Salmi di compieta a trè e quattro voci concertati, con violini e ripieni dedicati al merito impareggiabile del molto reverendo padre lettore Paolo Ghezzi priore meritissimo di S. Andrea in Ferrara da Gio: Battista Bassani Maestro di Capella della Cattedrale, & dell'Illutrissima Accademia della Morte di Ferrara, et Accademico Filarmonico di Bologna. opera Decima, Venetia, Gioseppe Sala. 1691.

Giovanni Acciai ha conseguito i diplomi di Musica corale e direzione di coro, di Organo e composizione organistica e la Laurea in Musicologia presso l’Università degli studi di Pavia. Direttore del «Coro da camera della RAI» di Roma, poi del Coro sinfonico della RAI di Torino, è attualmente direttore artistico e musicale dei gruppi vocali e strumentali «I Solisti del madrigale» e «Nova ars cantandi», alla guida dei quali svolge una intensa attività concertistica e discografica. Ha inciso dischi per la Antes-Concerto, la Nuova Era, la Sarx, la Stradivarius e la Tactus. È direttore artistico dei Concorsi internazionali di canto corale di Riva del Garda (Trento) e di Quartiano (Lodi). Nel dicembre del 2004 è stato nominato membro attivo e rappresentante ufficiale per l'Italia dell'«International Choir Olympic Council». 
Docente di Paleografia musicale presso il Conservatorio di musica «Giuseppe Verdi» di Milano, è membro del Comitato scientifico per l’Edizione nazionale delle Opere di Carlo Gesualdo di Venosa. Dal 1981 al 2004 è stato direttore della rivista «La Cartellina»; ha fondato la rivista «L'Offerta musicale», di cui è stato direttore fino al 2009. Ha realizzato edizioni critiche di musiche di Arcadelt, Verecore, Ingegneri, Gastoldi, Lotti, Durante, Cafaro, Vivaldi, Sabbatini, e della Messa di Gloria di G. Rossini.

www.giovanniacciai.it

Salmi di compieta